Gobbi Mag

Gobbi Creating Memories | Chiara Fornari

Descriviti con tre parole?
Ambiziosa, affettuosa, solare.

In che modo ti esprimi attraverso il tuo look?
Cerco di inconsciamente di non essere mai appariscente.
Mi sento a mio agio con abiti classici, dalle linee semplici, eleganti e senza tempo.

Come abbini l’orologio a un outfit quotidiano? E per un’occasione speciale?
Per me gli orologi sono da sempre più importanti dei gioielli. Un bell’orologio non può mai mancare, sia nei look da giorno, sia in quelli da sera. Mi piace particolarmente il contrasto di un pezzo da uomo indossato da una donna.
Mio padre colleziona orologi da sempre, credo mi abbia tramandato la passione per questi oggetti meravigliosi.

La spirale è simbolo del ciclo della vita, di espansione e sviluppo: quale traguardo importante hai raggiunto ultimamente?
Oltre ad avere avuto il mio terzo figlio due anni fa, ho dato il via e sto vedendo crescere anche una bellissima realtà: Ready2Fly.
Nella mia vita lavoro e famiglia si completano e convivono in un circolo virtuoso.

A chi regaleresti un gioiello della collezione Fairytale?
A me stessa. Le spirali Fairytale di Serena Gobbi mi piacciono moltissimo e trovo che indossate siano ancora più belle: molto luminose, semplici, e allo stesso tempo particolari e preziosissime. Sono gioielli leggeri che si adattano al corpo femminile attraverso le forme sinuose, sovrapponibili nei diversi colori delle pietre.

In che modo Gobbi ha aiutato a creare un momento indimenticabile?
Associo subito la Boutique Gobbi 1842 in Corso Vittorio Emanuele a un momento di festa. Fino ad ora ho avuto la fortuna di ricevere e quindi per me la maison significa soprattutto gioia, ma anche competenza e professionalità. Grazie all’ampia scelta cui i clienti possono attingere, Gobbi 1842 assicura di trovare sempre il regalo perfetto.

Milano in una location speciale?
Piazza Sant’Alessandro, una piccola piazzetta che sembra riportare indietro nel tempo. Prende il nome dall’omonima e imponente chiesa che si trova lì, Sant’Alessandro in Zebedia. Durante la settimana, le scalinate della chiesa sono sempre piene di studenti che si fermano per chiacchierare o per condividere una pausa pranzo con colleghi. È un angolo di Milano che mi ricorda Roma e dove il tempo sembra essersi fermato.

Milano di mattina, pomeriggio o sera?
Milano di sera, ma anche pomeriggio e mattina: oggi è una città che offre tantissimo e adoro vivere qui.